Print this page

Quartu, Milia e le liste civiche
Il mosaico tutto da costruire

Lunedì 24 febbraio alle 18 e 30 primo banco di prova per i sostenitori della candidatura a sindaco di Graziano Milia. Nella sua sede ufficiale, a Quartu in via Eligio Porcu, il già due volte primo cittadino incontrerà la prima delegazione, quella di Demos dell'euro parlamentare Pietro Bartolo. Il programma è capire se i tempi sono maturi per costruire una coalizione di liste civiche allargate...

MARCELLO CONTINI

Ouvrir le jeu. Via alle scommesse, pardon alle trattative in vista delle elezioni che incoroneranno il prossimo sindaco di Quartu. Che dalla sua Graziano Milia pensa di diventarlo proprio lui.

Davanti allo stallo, con diversi nomi in campo pronti a lanciarsi in aperta campagna elettorale e in vista del 1 marzo, giorno in cui l'ex presidente della provincia di Cagliari ha promesso di sciogliere la riserva sulla sua disponibilità a guidare una coalizione di liste civiche allargate ai partiti, ora i giochi si fanno più serrati.

Lunedì 24 febbraio il primo banco di prova. Nella sede ufficiale di  Milia, a Quartu in via Eligio Porcu, il già due volte primo cittadino incontrerà alle 18 e 30 la prima delegazione, quella di Demos dell'euro parlamentare Pietro Bartolo. "Andremo in quella sede a confermare il nostro sostegno a Graziano Milia", ha riferito  il portavoce cittadino di Demos Enrico Frau. " I tempi sono maturi per ritenere che i leader delle liste civiche che si vanno componendo sono accanto a Milia e per la stesura di un programma elettorale comune per governare  Quartu".

Con ogni probabilità a capeggiare la delegazione di Demos i vertici regionali. In prima linea il coordinatore regionale Mario Arca. Un'asse, quella tra Milia e Demos, che sa di vero cavallo di Troia. Come a dire " O siete con me o contro di me". Un tasto che Milia conosce bene e che quasi come un effetto domino svelerà i piani delle liste civiche, insieme al loro numero. Sei, sette? Tutto è possibile.

Come pure un passo indietro della segreteria regionale del Pd, che ha preferito Francesco Piludu al sindaco emerito di Quartu. Una bagarre tutta a sinistra, tra vecchi compagni decisi a tirare le file dei giochi sino allo sfinimento dell'avversario di corrente. Che sia l'onorevole Antonello Cabras o l'onorevole Dino Pusceddu a cedere poco importa. Ciò che conta è che Quartu non vada alle destre populiste. Un leitmotiv che i dirigenti di Demos solidale  da lunedì sera avranno l'occasione di ripetere.

Nella foto: l'ex presidente della Provincia di Cagliari Graziano Milia.

(19/02/2020)

Indietro