Print this page

Quartucciu contro il Covid 19
Via ai test, aderisce il 20% dei cittadini

Il coronavirus colpisce ma non piega la comunità locale di Quartucciu che reagisce alla pandemia con l'iniziativa "Sardi e sicuri", test antigenico mediante tampone naso faringeo compiuto su tutti i residenti con età superiore ai 10 anni. Parla il sindaco Pietro Pisu...

L'AGORA'SARDEGNA

Si è conclusa con 2.700 adesioni  e la rilevazione di 15 casi di positività la campagna di screenning voluta dalla Regione Sardegna e promossa con ampio  favore dall'Amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Pietro Pisu. Due giornate decisive per conoscere gli effetti dei contaggi in un paese di poco più di 13 mila abitanti della Sardegna, unica regione attualmente in fascia bianca e non soggetta alle misure restrittive di una penisola che varia tra il rosso e l'arancione. "Ringrazio chi con solerzia tra sabato 13 e domenica 14 marzo ha messo a disposizione l'utilizzo dei tamponi e allestito i tre punti per eseguire gratuitamente i test. La sensibilità e il senso civico hanno fatto il resto se si considera che questo per noi era il primo banco di prova pubblico contro la Pandemia", ha riferito Pisu commentando ai taccuini de L'AGORA' SARDEGNA i dati appena forniti dalle rilevazioni. Bardati di tute, guanti  e mascherine medici e operatori sanitari si sono cimentati in una due giorni da campo seguendo anche con i mezzi di trasporto messi a disposizione dall'ATS  i cittadini legati ad esigenze di accompagnamento e assistenza. Nella Sala consiliare di via Giofra, nella Palestra scolatica di via Don Minzoni e nel borgo di Sant'Isidoro al centro agroalimentare, tra le 8 e le 13 al mattino e tra le 14 e le 18 la sera  è stato un via vai ininterrotto che ha coinvolto oltre il 20 per cento della popolazione. "Sono dati confortanti", ha proseguito Pisu "che non devono farci abbassare la guardia contro un nemico invisibile che ha già ucciso oltre 100 mila persone in tutta Italia. Non credo che ci si debba illudere sulla possibilità di completare a breve le vaccinazioni e ritengo prioritario il compito del Governo nazionale nel fornire il numero più elevato dei vaccini per la Sardegna". Il primo cittadino ha voluto fornire anche qualche elemento di novità sul minifocolaio che ha interessato alcuni dipendenti in forza al Municipio. " Ho ordinato immediatamente le sanificazioni dei piani del palazzo comunale di via Giofra, compresi ascensori, scale e l'attivazione in smart-working dei servizi e delle prestazioni. Il municipio rimarrà chiuso sino al 22 Marzo, mentre i lavori in Aula consiglio riprenderanno dopo i giorni previsti per la quarantena ricordando che", ha concluso il sindaco Pisu "la concretezza di azioni coordinate contro la diffusione del virus rimane la migliore arma contro un nemico da sconfiggere".

Nella foto: il sindaco di Quartucciu, Pietro Pisu.

(15/03/2021)

Indietro