Print this page

Cesare Corda e la sua battaglia
Il Parkinson fra le pagine di un libro

"Così ho zittito il mostro" scrive Corda nel suo ultimo libro. Il culmine letterario di una battaglia di quattro anni, raccontata all'Ex Convento dei Cappuccini. Tra i presenti Stefano Delunas e Maria Del Zompo...

Matteo Atzori

Divulgazione e sensibilizzazione su una delle malattie più temute, il morbo di Parkinson. Questo il tema portante dell'evento ospitato nella Sala Affreschi dell'Ex Convento dei Cappuccini, alle 17.00 di venerdì 2 dicembre. Protagonista della serata Cesare Corda, figura di pregio del panorama giornalistico della nostra isola, autore del libro "Benvenuto Mister Parkinson - Reportage di 4 anni di battaglie dal fronte della malattia. Così ho zittito il mostro".

Un'occasione di grande valore sociale, per approfondire uno degli argomenti più discussi della medicina moderna insieme ai professionisti del settore. Tra questi Giovanni Cossu, direttore del centro Parkinson dell'ospedale Brotzu. Presente inoltre il Magnifico Rettore dell'Università di Cagliari, Maria del Zompo, in qualità di ospite d'onore. E ancora i giornalisti Bepi Anziani, Sandro Angioni e Filippo Peretti. Infine il Sindaco di Quartu Stefano Delunas, l'Assessore alla Pubblica Istruzione Elisabetta Cossu, l'Assessore a Salute, Servizi socio-sanitari e socio-assistenziali, Qualità della vita Marina Del Zompo e l'Assessore a Cultura, Tradizioni Popolari, Lingua Sarda e Beni Culturali Lucia Baire.

La malattia di Parkinson è il disturbo del movimento più diffuso, attuale oggetto di ricerca e di forte impatto nella comunità scientifica. Grazie alla più recente tecnica di neurochirurgia funzionale cerebrale, l'ospedale Brotzu è il centro più avanzato della Sardegna, con più di 600 pazienti attualmente in cura. Il valore dell'opera di Corda consiste in un forte messaggio di speranza, un'importante testimonianza di come le più difficili battaglie si possano superare con successo. "Con il premio alla carriera dall'Accademia Internazionale Francesco Petrarca", ha scritto Corda nel suo blog, "sono dieci i concorsi letterari in cui "Benvenuto Mister Parkinson", tra premi speciali e primi posti, è salito sul gradino più alto".

Un racconto, quello di Corda, capace di far riflettere. "Ancora pochi anni e le mie mani iniziarono a tremare" queste le prime parole buie dopo la cronaca di una brillante carriera giornalistica. "Il viso divenne sempre più inespressivo, la mancanza di coordinazione mi mandava in confusione". Poi la presa di coscienza, e soprattutto il recupero, dopo una lunga terapia farmacologica. Tutto testimoniato all'interno di un libro dai toni affascinanti e concreti, tipici di chi ha vissuto un'esperienza terribile e ha trovato la forza per rimettersi in piedi, questa volta letteralmente.

Nella foto: Cesare Corda

(02/12/2016)

Indietro